Da mercoledì 18 maggio 2011

The TREE of LIFE

  • un film di Terrence Malick
  • con Brad Pitt, Sean Penn, Joanna Going, Fiona Shaw, Jessica Chastain
  • Genere: Drammatico
  • Durata:
  • Paese: India, Gran Bretagna 2011
Sinossi:

Definire “misteriosa” la lavorazione del film è un eufemismo visto che Malick e il suo entourage sono da sempre i meno espansivi con i media. Si tratta comunque di una vicenda che prende spazio all’interno di una famiglia e che coinvolge diverse generazioni.
Jack, il protagonista del film, è un bambino di undici anni e ha altri due fratelli. Cresciuto nel Midwest dai genitori, prende rispettivamente le due diverse attitudini di guardare alla vita; sua madre, Jessica Chastain, vede con gli occhi dell’anima, ovvero è paladina di una visione piena di amore e grazia. Suo padre, Brad Pitt, al contrario tenta di crescere il figlio con l’insegnamento di mettere la propria persona davanti a tutto. Jack però troppo presto viene a conoscenza del lato oscuro della vita ammalandosi, e diventando quindi una persona molto delicata. È per questo motivo che quando lo ritroviamo cresciuto, interpretato da Sean Penn, è un’anima persa nel mondo ma riesce a intravedere qualche spiraglio di fiducia nelle parole del padre, considerate prima come troppo dure. Inizia, quindi, a capire il vero senso delle parole paterne e affronta la vita in maniera adulta.
Epica familiare all’orizzonte? Perdita dell’innocenza? Sicuramente quello che ha affascinato la casa di produzione di Brad Pitt, la Plan B, è stata l’occasione di girare con Terrence Malick, autore di culto nel mondo del cinema. Si legge inoltre da più parti che il ruolo di Brad Pitt sarà una variante nuova e una possibilità di interpretare un personaggio che l’ex tenente Aldo Rain di Inglourious Basterds non ha mai affrontato nella sua carriera.
Da segnalare la presenza nel ruolo dei montatori di ben cinque professionisti: Jay Rabinowitz, Daniel Rezende, Billy Weber, Mark Yoshikawa e Hank Corwin dovranno rendere al meglio quell’idea di passaggio temporale e di crescita del personaggio che sta alla base del personaggio scritto da Malick. Come responsabile della fotografia invece è presente Emmanuel Lubezki, già collaboratore col regista in The New World e autore della luce in Ali, Sleepy Hollow e Burn After Reading dei fratelli Coen.
Di Alessandro Berti



Orario:

Sabato 11  e Domenica 12 Giugno: 22.30

Home Page