L’ANELLO DEBOLE

Pubblicato in Eventi venerdì 29 ottobre 2010

Capodarco Corto Film Festival

sabato 16 ottobre
Attività laboratoriali

rivolte alle Scuole Superiori del territorio

Capodarco di Fermo, Comunità di Capodarco

Seminario di introduzione alle tecniche cinematografi
che per fornire strumenti di lettura
delle opere in gara agli studenti giurati.
Docenti: Cesare Bastelli (direttore della fotografi
a e regista); Maurizio Argentieri (fonico e
sound designer)

dal 2 al 4 novembre
ore 21.30

Capodarco Social Film

rassegna cinematografi ca dedicata al sociale

Fermo, Sala degli Artisti

BIGLIETTI: INTERO 5 . – RIDOTTO 3,50 .

2 novembre

Pietro

(Italia, 2010) di Daniele Gaglianone – 80’

Pietro vive in un’anonima periferia.
Ha un lavoro, una casa e una famiglia. Guadagna
pochi soldi in nero distribuendo volantini
in strada. La sua casa è il vecchio appartamento
lasciato dai genitori, ormai fatiscente, dove
abita con il fratello Francesco che è tutta la sua
famiglia. Ma il loro rapporto è diffi cile. Francesco
è un tossicodipendente, legato ormai in
modo irreversibile al suo “amico” spacciatore
Niki Niki e al suo gruppo di compari. L’unico
modo che ha Pietro per mantenere un contatto
con il fratello sembra che sia assecondare il
ruolo di buffone ritardato affi bbiatogli dalla
corte degli amici.

Il fi lm sarà preceduto dalla proiezione
del corto Mbeubeus, di Simonja Risi (15’),
vincitore di Corto Dorico 2008

3 novembre

Saimir

(Italia, 2004) di Francesco Munzi – 88’

Saimir è un sedicenne albanese che abita sul
litorale laziale col padre. La loro fonte di reddito
viene dal trasporto di immigrati clandestini
su un camion sgangherato. Ma Saimir è
sempre più insofferente di quella vita, non gli
basta voltare la testa ignorando le conseguenze
dei suoi atti per sopportare un’esistenza del
tutto priva di umanità e di calore. Suo padre si
giustifi ca dicendo che è l’unico modo per mantenersi
e promettendo cambiamenti continua-
mente rimandati. Saimir sogna d’andarsene e
di trovare un lavoro dignitoso. Padre e fi glio
non riescono a parlarsi, e il padre non riesce
a fare l’unica cosa che Saimir si aspetta da lui:
liberarli da quella vita, recuperando dignità e
rispetto di sé.

Il fi lm sarà preceduto dalla proiezione
del corto H, di Marco Lucisano (7’),
vincitore di Corto Dorico 2007

4 novembre

La bocca del lupo

(Italia, 2009) di Pietro Marcello – 67’

Un uomo torna a casa, dopo una lunga assenza.
Scende al volo da un treno in una livida
città portuale. L’attraversa cercando i luoghi
di un tempo, ormai in dismissione, che affiorano
alla memoria nel loro antico splendore.
Nella piccola dimora nel ghetto della città
vecchia, l’aspetta da anni una cena fredda e

6

la compagna di una vita. Mary in strada ed
Enzo in carcere si sono aspettati e voluti sin
dal tempo del loro incontro dietro le sbarre,
quando ancora si mandavano messaggi muti,
registrati su cassette nascoste. Una casetta
in campagna sopra la città e il suo mare,
questo è il loro sogno, lontano dal tempo presente,
sospeso in un altro tempo di semplice
felicità. Ora e ancora, condividono il loro destino
furtivo con i compagni degli abissi nel
dedalo di Croce Bianca, via Pré, Sottoripa…
nomi antichi di un posto non ancora moderno
dove il Novecento s’è incagliato come una
nave senza ancora.

Il fi lm sarà preceduto dalla proiezione
del corto Tutto bene, di Sergio Recchia (11’),
vincitore di Corto Dorico 2009

venerdi 5 novembre
Apertura del Festival

Capodarco di Fermo, Comunità di Capodarco

Raccontare
gli “anelli deboli”

Seminario di formazione sui temi sociali per i
giornalisti delle Marche*

La rappresentazione del disagio e dell’emarginazione
sociale sui mass media è spesso
oggetto di lamentela da parte di chi vi è direttamente
coinvolto. Le persone che hanno
vissuto o vivono stati di difficoltà, e tutto il
mondo degli operatori sociali, rilevano in
proposito varie problematiche: limitatezza
delle fonti utilizzate, superficialità, ricorso
a luoghi comuni; e soprattutto la frequente
trattazione dei temi sociali o come conseguenza
dell’agenda politica o in connessione
alla cronaca nera, come questi fenomeni
fossero qualcosa di cui parlare solo rispetto
alla devianza e alla diversità. Una situazione
che ha tra le sue conseguenze negative il
consolidamento di stereotipi e l’alimentazione
di intolleranze, paure e allarmi sociali. Tra

le cause di questa insoddisfazione vi è una
permanente fatica nel dialogo fra gli opera-
tori dell’informazione (e della comunicazione
in generale) e gli addetti al “sociale”, sia del
settore pubblico che del privato non profit,
professionali o volontari. Se è vero che le
cause sono dovute a entrambe le parti, ciò
rende sempre più necessario che questi due
soggetti si legittimino a vicenda e che si parlino
con costanza e sistematicità. Serve una
alleanza tra giornalismo e operatori sociali,
per una informazione più corretta ed efficace
sugli “anelli deboli” della società.

ore 9.30 – Apertura dei lavori

Saluti di Gianni Rossetti e Roberto Mencarini
Interventi introduttivi

L’ente pubblico come fonte

di informazione – Luca Marconi
Sociale e informazione: un’alleanza necessaria
- Vinicio Albanesi

Imparare a leggere il sociale

Stefano Ricci

ore 11.30 -Relazioni tematiche

Immigrazione: Marche regione
accogliente? – Gabriele Sospiro
La seconda regione più anziana

Giovanni Santarelli

ore 15.00 -Relazioni tematiche

Altre famiglie: affido, adozione…

Andrea Marangoni

Prostituzione e tratta, dallo sfruttamento
al riscatto – Vincenzo Castelli

ore 16.30 -Proiezione video
dal Premio L’Anello Debole 2010

* Organizzato dall’Assessorato alle Politiche Sociali
della Regione Marche in collaborazione con
Redattore Sociale e con la partecipazione dell’Ordine
dei Giornalisti delle Marche e del Sindacato
Giornalisti Marche
7

PREMIO

ore 21 – 24

Capodarco
Corto Film Festival

proiezioni delle opere fi naliste

Capodarco di Fermo,

Comunità di Capodarco

(orari: 21/23.30)

Porto San Giorgio,

Sala Imperatori

(orari: 21.30/24)

sabato 6 novembre
ore 10 – 24

Capodarco
Corto Film Festival

proiezioni delle opere fi naliste

Porto San Giorgio,

Sala Imperatori

(orari: 15.30/19 e 21.30/24)

Fermo,

Cinema Sala degli Artisti

(orari: 10/13 e 15 /17.30)

ore 9 – 13

Capodarco
Corto Film Festival

Radio in Tour

audizione delle opere fi naliste

Fermo – Santa Vittoria in Matenano (A/R)

partenza e ritorno da Piazza Dante

In collaborazione con la Steat e l’Amministrazione
Comunale di Santa Vittoria in Matenano
verranno organizzati due “radio bus” per l’audizione
delle opere “sezione Radio”. Ai giurati
verrà offerta una colazione con prodotti tipici e
specialità del territorio

ore 17 – 23.30

Capodarco
Corto Film Festival

proiezioni delle opere fi naliste

Incontri e dibattiti con
autori e protagonisti
del Festival

Capodarco, Comunità di Capodarco

domenica 7 novembre
ore 17

Premiazione

Capodarco, Comunità di Capodarco

Presenta

Andrea Pellizzari

Interverranno

Giancarlo Santalmassi
Pino Corrias
Daniele Segre
Daniela De Robert
Don Vinicio Albanesi

Rappresentanti delle istituzioni

8

PREMIO “L’ANELLO DEBOLE 2010”
OPERE FINALISTE IN ORDINE ALFABETICO

Sezione TELEVISIONE

- L’altro tempo di Anna Carini -Rai Tre – Trasmessa nella
rubrica “Racconti di vita”
- L’inferno dei bambini stregoni di Stefano Liberti -Procon
Communication Group – Inedita
- La chiave di Toni di Roberto Von Flüe e Enrico Casotti – RSI
- Radiotelevisione Svizzera Italiana – Trasmessa su RSI, LA1 ,
Settimanale “Falò”
- Le Donne del Tamil di Alfredo Macchi -Rti – Mediaset -
Trasmessa su Password – Rete 4 – Mediaset
- Ritorno a Kunar di Nico Piro e Gianfranco Botta – Rai Tre -
Trasmessa dal Tg3 nella rubrica “Agenda del Mondo”
- Sassi tra gli ulivi di Laura Silvia Battaglia e Barbara Urbano
– Autoprodotto -Inedita-
Sezione CORTI DI FICTION

- Di spalle di Mario Parruccini -Inedita
- In my prison di Alessandro Grande – Gem Produzioni -
Trasmessa su Roma Fiction Fest
- L’Essenziale è invisibile agli occhi di Marco Incagnoli -
Accademia dell’Immagine – Trasmessa su Rai 3/ Sat 2000
-Se ci dobbiamo andare andiamoci di Vito Palmieri – Voice
Dog Film
Sezione CORTI DELLA REALTA’

-All’ombra del muro di Silvia Fabbri e Matteo di Grazia -
Inedita

- Campania d’Africa di Francesco Alesi -Autoprodotto -
Inedita
- Cercavo Maradona , ho trovato Allah di Lorenzo Cioffi e
Ernesto Pagano – Trasmessa su Rai News2
- Il graffito della follia di Federico Formica -Inedito

- Linea Gialla – Capitolo 1 di Logo Video -Logo Video
- Oltre l’inverno di Massimiliano Ferraina, Raffaela Cosentino
e Claudia di Lullo -Inedita
- Seminateci bene di Emanuele Cucca, Sara Fasullo, Rossella
Midili e Francesca Picchi – Fondazione Scuole civiche di Milano
(Scuola di Cinema, Televisione e nuovi media) -Inedita
- Una su tre di Nerina Fiumanò, Stefano Villani e Antonio De
Luca – Invisibile Film -Inedita
Sezione RADIO

- Donne sull’orlo dell’Islam di Marzia Ciamponi ed Ebe
Giovannini – Autoprodotto – Inedita
- I Giochi di tutti – Il sogno di un campione paraolimpico di
Daniele Fisichella – Autoprodotto – Inedita (Tesi di Master in
International Journalism)
- L’altra Rosarno di Germana Brizzolari – Radio Uno Rai -
Trasmessa nella rubrica “Permesso di soggiorno”
- Morire di carcere: quando l’arresto diventa una condanna
di Gianluca Martelliano e Monica Mastroianni – Ecomedia Spa

- Trasmessa su Ecoradio
-Ritratto 03. Paola di Jonathan Zenti – Suoni Quotidiani
/Audiodoc – Inedita, serie “Ritratti”
- Taranto, sotto le ciminiere. Il lavoro nell’Ilva di Emilio
Riva di Ornella Bellucci – CGIL Articolo 1 web Radio- C.I.S.E.
Multimedia Lavoro – Società Cooperativa P.A. – Trasmessa su
Radio Articolo1
GUARDA LE OPERE FINALISTE IN ANTEPRIMA>>

GUARDA TUTTE LE OPERE SELEZIONATE>>

GIURIA
POPOLARE

Alla Giuria di Qualità, di cui fanno parte Giancarlo
Santalmassi (Presidente), Vinicio Albanesi,
Pino Corrias, Daniela De Robert, Andrea
Pellizzari, Daniele Segre, si affiancherà una
Giuria Popolare composta da persone di diver-
sa età ed estrazione sociale, inclusi studenti
delle scuole superiori.
Per entrare a far parte della Giuria Popolare
è necessaria una specifica richiesta compilando
il modulo di iscrizione disponibile sul sito
www.premioanellodebole.it.
La partecipazione è volontaria e gratuita.
Ognuno potrà iscriversi come giurato fino alle
ore 12 di giovedì 4 novembre 2010, qualora vi
siano ancora posti disponibili. A ogni giurato
sarà consegnato un apposito kit e un tesserino
di riconoscimento. I nomi dei giurati popolari
saranno pubblicati sul sito del Festival. È necessario
poter garantire la propria partecipazione
alle proiezioni ufficiali in programma dal
5 al 6 novembre 2010 negli orari indicati.
I giurati popolari voteranno secondo uno specifico
regolamento.

REGOLAMENTO
PER LA VOTAZIONE

Le opere partecipanti sono suddivise per sezione
e numerate.
A ogni sezione corrisponde una scheda con un
colore differente che riporterà numero e titolo
delle opere in concorso.
Ogni giurato deve segnare sulla scheda il voto
in decimi (da uno a dieci) in corrispondenza del
numero e titolo dell’opera.
Completata la visione e/o audizione delle
opere in concorso, e compilate le schede cor

rispondenti ad ogni sezione, queste devono
essere consegnate entro le ore 24 del giorno
6 novembre 2010 ai responsabili dell’organizzazione
nei vari punti di proiezione.
La ponderazione avviene come segue: i giurati
popolari assegnano un voto con un valore da 1
a 10 a ogni opera in concorso. Il valore medio
(frutto della somma dei voti dei giurati fratto
il numero degli stessi) viene poi ponderato al
40%. I giurati di qualità assegnano un voto
con un valore da 1 a 10 fino ad un massimo
punteggio raggiungibile di 60 punti. Il valore
medio viene poi ponderato al 60%.
La classifica finale si avrà sommando i voti
ponderati della giuria di qualità e della giuria
popolare. Alla Giuria di qualità spetta
l’assegnazione del Premio Speciale “Giuria
di qualità”.

Home Page