Da giovedì 10 giugno 2010

Il compleanno

  • un film di Marco Filiberti
  • con Alessandro Gassman, Maria de Medeiros, Massimo Poggio, Michela Cescon, Christo Jivkov.
  • Genere: Commedia
  • Durata: 106 min
  • Paese: 106 min
Sinossi:

Matteo, psicanalista di successo, è il marito premuroso di Francesca e il padre affettuoso di una bimba di pochi anni. Invitato a trascorrere l’estate e a condividere la casa da una coppia di amici di vecchia data, Matteo scoprirà all’improvviso la sua vera natura. Innamoratosi perdutamente di David, figlio ventenne di Shary e Diego rientrato dagli States, Matteo proverà a reprimere le sue pulsioni e il suo sentimento. Ma il giorno del compleanno di David, il desiderio tracima, rompendo tragicamente gli argini e alterando gli equilibri. L’esplosione della passione segnerà per sempre il destino di tutti.
Il compleanno è introdotto da “Tristano e Isotta”, melodramma teatrale in tre atti, erede della tragedia classica e punto di non ritorno nella storia dell’opera romantica. Lo sa bene Marco Filiberti che declina al cinema il sogno di un amore ideale che nessuna realtà è in grado di contenere. Come quello di Tristano e Isotta il dramma di Matteo e David, rivelatisi consapevolmente l’uno all’altro, è quello di un destino ineluttabile che già incombeva. I due protagonisti si incontrano ed è l’incoscienza visionaria di un giovane uomo appena uscito dall’adolescenza a produrre il colpo di scena del contatto fisico, il cambiamento irreversibile della storia, la nuova inclinazione del rapporto col suo compagno di mare e di ventura.
Ogni cosa accade nello scenario luminoso e nell’aria salata di Sabaudia, luogo dell’interruzione e della violazione, ma insieme luogo dell’irruzione, dell’epifania e della soluzione. Gli spazi si muovono superando i loro confini: il mare, da cui uscirà eccitato e cosciente David, bagna e minaccia il vissuto, classificato e borghese, della terraferma. Interessante e inedita, per il cinema italiano, è la linea ideologica che Il compleanno offre allo spettatore, una complessità emotiva che trascende la questione dell’orientamento sessuale, rappresentando due persone che si amano. In questo senso i due amanti non sono gay. Sono innamorati, al di là delle specificazioni sessuali.
Filiberti, come Ang Lee (Brokeback Mountain) e Tom Ford (A single man), ribadisce che un uomo che si innamora di un altro uomo non è necessariamente “frocio”, riuscendo a raccontare una storia d’amore tra maschi appassionante e toccante. A infastidire e a inficiare i contenuti sono piuttosto i dialoghi e le situazioni all’insegna del clichè, che volgono rapidamente i personaggi alla macchietta e a un risultato non eccellente, incapace di salvaguardare formalmente il tono e il sapore del dramma incombente e inevitabile.



Orario:

Venerdì: 22.30

Sabato: 22.30

Domenica: 22.30

Home Page